La Vita vive...

che tu voglia o no.

Avvertenza:

tutto quello che leggerete nasce dalla pratica di katsugen undo & yuki e senza la pratica sono teorie prive di spessore e profondità… Tuttavia le parole sono veicolo di pensiero e per presentare una Nuova Cultura ci vuole un nuovo linguaggio: Osei, CVP, Taiheki, TPE.

La parola corpo non è sufficiente per spiegare come la vita si struttura nell’essere umano. Pensate al corpo e mi direte testa, tronco ed estremità, una falsa credenza sia del mondo Occidentale che Orientale: che sia la testa a comandare e presiedere al tutto…

In realtà il corpo è formato da tre entità distinte, il Cranio con la sua attività cerebrale e psichico/mentale, le Vertebre e le Pelvi che hanno continuamente bisogno di coordinarsi per vivere.

CVP

è la nuova parola che Katsumi Mamine crea per colmare un vuoto culturale che dura da sempre. Non solo, anche per dare forma alle geniali intuizioni di Haruchika Noguchi, che correvano il rischio di essere fraintese e di perdersi.

  • la testa ritrova il suo luogo naturale: quello di appartenere ad una struttura vitale, non di essergli superiore.
  • non ho idea di cosa faccia la medicina per l’Alzheimer, ma so che toccando la nuca di chi ne soffre, le mani sentono un indurimento importante che salda il cranio alle vertebre del collo, l’attività cerebrale perde per sempre la sua coordinazione con l’organismo.
  • Un pianista comprende come per incanto che se la CVP si coordina, le braccia seguono e riflettono la sua coordinazione, riesce per la prima volta a svincolarsi dalla tecnica.
  • In testa e tronco, dove li mettete i 5 movimenti vitali e intelligenti che strutturano la vita? Nella CVP abbiamo il cranio e le sue 12 paia di nervi cranici, la cavità pettorale, quella ventrale, l’eliminatoria e quella pelvica che li ospitano, veri epicentri che permettono alla vita di esistere e di vivere con pienezza e salute.

Vedete cosa può aprire una semplice parola? Riesce a spiegare persino la tanto semplice pratica di katsugen undo, così difficile da rendere a parole…

E’ yoga, è tai chi? No è la coordinazione della CVP!

Non è più semplice utilizzando un nuovo linguaggio?

Osei

Una curiosità: quando Haruchika Noguchi scoprì lo schema Osei, la struttura della vita, abbandonò completamente la sua fiorente attività terapeutica e fondò una cultura: la cultura Seitai. Siamo tra il 1953-’57. Lo abbozza in un piccolo libro (gohoko no shigueki han osei) e la cosa cade nel dimenticatoio. E’ stato grazie al suo talentuoso allievo Katsumi Mamine che studiando a fondo e codificandone il linguaggio, ha reso trasmissibile questa straordinaria scoperta.

Soprattutto ha impedito di perderla, perché la maggior parte degli esperti di Seitai non conosce né la Osei né i 5 movimenti.

L’essere vivente reagisce alla vita in modo vitale e spontaneo.

Siete ad un colloquio di lavoro e la vostra mente vestita è ben preparata, ma le mani sudano, arrossite, dite parole che non c’entrano. Il colloquio va male. Non avete pensato positivo o più semplicemente non avete reagito allo stimolo reale di una situazione di vita in modo adeguato?

Banalizzo, ma potete pensare al cambio della macchina. Una marcia per ogni situazione, una Osei per ogni situazione. Uno stimolo una risposta, infiniti stimoli, infinite risposte.

Riuscite a cogliere la grandiosità di questa scoperta?

Quello che chiamiamo problemi, tensioni, le stesse per cui andiamo dal medico o dallo psicologo, altro non sono che una mancanza di funzionamento di una delle 5 Osei. La vita non funziona.

Katsugen Undo & Yuki rimettono in funzione il vostro meccanismo vitale, in modo semplice ma estremamente efficace.

Va tutto male nella vostra vita? Prima di correre dallo specialista o dall’osteopata, vi siete mai chiesti che magari è la vostra enorme, unica, irripetibile Vitalità che non può muoversi? Che non è riconosciuta? Seitai.

TPE

Tensione Parzializzata Eccessiva

Quando diciamo che Seitai è un’attività Culturale e non terapeutica è perché possiamo permettercelo.

Questa nuova conoscenza farebbe balzare medicina e psicologia nell’Età dell’Oro, non perché siano poco evolute, ma perché “viaggiano” ancora in modo compartimentato.

La medicina ignorando che il sintomo è la parte viva che sta segnalando in modo preciso e rigoroso dove la vita è “congelata, coagulata, inibita” e non riuscendo ancora a distinguere una malattia che serve per guarire e rigenerarsi da quelle che servono per accompagnarci, senza mai perdere la respirazione petto-ventrale nel nostro ultimo viaggio.

La psicologia ignorando il concetto innovativo di IO Spontaneo, che nasce dall’attività delle cellule, l’unica parte del famoso Iceberg con cui spesso si tende a paragonare l’attività psichico-mentale-energetica dell’essere Vivente in comunicazione con il sommerso…

E per tutti noi, ormai abituati ai super poteri della mente e a mille tecniche efficaci sempre in vendita ai migliori offerenti: la TPE è quella zona concreta dell’organismo in perenne sovreccitazione. Non si “spegne” mai, né con una vacanza, né con la meditazione, né col pensiero positivo. Ma rendendosi conto che esiste e che la testa è COORDINATA a tutto il sistema vitale, non il contrario!

TAIHEKI

Il Potere del Seme

Il termine più conosciuto, almeno da chi ha letto i libri di Itsuo Tsuda, ma anche il più frainteso, mancando totalmente la conoscenza innovativa dello Schema Osei.

Una volta che, grazie alla pratica di Katsugen Undo e di Yuki, il neofita prenderà inevitabilmente confidenza con la struttura della Vita e il suo linguaggio, comprenderà anche il valore immenso del Taiheki, che potremmo paragonare al potere del seme, al DNA della scienza. Un valore aggiunto di inestimabile importanza potrà aprirci le porte nel campo della comunicazione, medicina ed educazione.

Il Taiheki è una o due delle 5 Osei che predomina per condizionamento genetico ed ereditario.

Pensate ad un insegnante… Potrebbe osservare in modo spontaneo e immediato quali esigenze prevalgano in un suo alunno senza dover generalizzare o utilizzare schemi pedagogici standardizzati! Il genitore potrebbe offrire al proprio figlio quello di cui ha bisogno, non quello che vuole… Il medico avrebbe finalmente chiaro il quadro clinico dei morenti, apparirebbe come una mappa precisa per poter “accompagnare” nel migliore dei modi. Quello che cercate avidamente senza aver mai trovato, la vostra soddisfazione, quel “pezzo mancante”, la ricerca dei talenti, l’avo che indagate con le costellazioni, tutto diventerà chiaro man mano che, con la pratica di Katsugen Undo e di Yuki accedete al vostro nucleo Essenziale.

Sicuramente Seitai irromperà nella conoscenza umana e sarà una catarsi... Intanto noi per primi stiamo preparando il terreno affinché tutto ciò avvenga.

Vi incuriosisce sapere cosa facciamo?

Allora date uno sguardo a come abbiamo applicato la cultura della Vita.